Dall’ultima corsa della linea 17 il 20 Gennaio 1958 all’inaugurazione il 14 Febbraio 2010 della nuova linea T1 tra Firenze e Scandicci è trascorso più di mezzo secolo, ma oggi la tramvia a Firenze, pur ancora limitata ad una sola tratta delle molte previste, è una realtà per migliaia di cittadini che quotidianamente ne fanno uso per i loro spostamenti e appaiono ormai lontani i tempi delle proteste e dei referendum che ne volevano decretare l’abbandono progettuale per il timore che le consuetudini degli abitanti e delle attività produttive poste lungo il percorso del tram venissero stravolte per sempre.
Le opere esposte rappresentano una selezione di un lavoro più vasto che, nelle intenzioni degli autori, ha lo scopo di raccontare, appunto, la quotidianità di queste migliaia di persone che ogni giorno, ad ogni orario e in ogni stagione prendono il tram per andare al lavoro, a scuola, o più semplicemente per spostarsi comodamente nel traffico caotico della città. Nelle immagini esposte si possono incontrare volti di persone o situazioni ambientali che vanno comunque ricondotte al racconto fotografico in quanto ne costituiscono parte integrante e la loro presenza è giustificata dalla valenza documentaristica del lavoro stesso e non da scopi diversi; chi però, riconoscendosi, non volesse associare la propria immagine al progetto, ha la facoltà di chiederne il ritiro.